Le hanno proposte Blumarine, Emporio Armani, Salvatore Ferragamo, Genny, Prada, I’M Isola Marras e Marc Jacobs in versione neo-ghotic. Sono le acconciature cosiddette “finger waves” che, come dice il termine stesso, sono onde realizzate con le mani o, meglio, con le dita. Erano di moda negli anni ’20, sfoggiate dalle attrici del cinema muto di allora. Famose quelle biondo platino di Jean Harlow, ad esempio. Questo inverno vengono riproposte in chiave più moderna e contemporanea, in versione più naturale o wet, con o senza fermagli. Delphine Courteille, hairstylist L’Oréal Professionnel, ha una teoria sulle onde hollywoodiane per i capelli lunghi. «I visi che si prestano di più a questa pettinatura sono quelli delle rappresentazioni femminili degli anni Venti e Trenta, ovvero quelli triangolari o rotondi, con occhi grandi e capelli medio-fini. Per quanto riguarda il colore, tutto è permesso, l’importante è non dimenticate di fare la riga di lato!»

Sono perfette su tagli lunghi, medi e corti e sono amatissime anche dalle star, che periodicamente le sfoggiano per i red carpet più importanti. Originali quelle portate dalla cantante Ciara per il Met Gala 2016, interamente ricoperte da lacca color argento e con le ciocche trattenute da mollettine. Sulle passerelle, hanno proposto finger waves Emporio Armani, in stile retrò, completamente ricoperte di gel effetto wet, con raccolto e ampia onda su una tempia. Salvatore Ferragamo ha invece puntato su un’unica wave e Blumarine le ha relegate al ciuffo lasciando la chioma sciolta e trattenendole con fermagli. I’M Isola Marras le ha ricoperte con un foulard lasciandone fuoriuscire una parte sulla fronte mentre Prada ha conferito un’allure neo-grunge con ciocche bagnate. Infine l’intepretazione di Marc Jacobs, decisamente originale e neo-gotica, con riga al centro e make up in sintonia, uno smokey eyes… decisamente d’impatto.

8e9860ef-14ff-4c1e-a862-f7a44f9daa24 9c36fb4c-dd3f-4ac4-b4f0-7ef69b998a26 0e5451c9-f273-46c4-ba30-f7e92061d74f